buttonattivatiinformati

Mai più senza cibo 
 

09RW1452

Progetto

KE1 Mai più senza cibo. Intervento di rafforzamento della Sicurezza Alimentare nelle zone aride e semi aride del Kenya settentrionale

L'obiettivo principale del progetto è di migliorare lo status nutrizionale dei bambini residenti presso le comunità pastorali della Contea di Samburu (aree di Wamba West, Lodokejek e Baawa). Il progetto intende rafforzare i servizi nutrizionali sul territorio rivolti alle comunità per affrontare la problematica della malnutrizione infantile, ancora troppo diffusa in queste zone e la gestione sanitaria su base comunitaria che significa migliorare la risposta sanitaria per la cura della malnutrizione a più livelli: sia all'interno dei centri sanitari preposti, sia a livello comunitario, ovvero tramite l'azione svolta dagli Agenti Comunitari di Salute. Una efficace e corretta interazione tra i vari livelli comunitari comporta una significativa riduzione del numero di casi di malnutrizione e l'insorgere di patologie ad esse correlate. 
In secondo luogo il progetto intende creare delle Fattorie Modello (con componenti integrate di agricoltura, apicultura, allevamento e approvvigionamento idrico) inserite come percorsi formativi informali per donne ed insegnanti che lavoreranno nelle assieme agli studenti. L'inserimento della coltivazione della Moringa e della Spirulina intende introdurre nella dieta locale l'utilizzo di questi due "super alimenti" disponibili sul territorio e che hanno un alto contenuto nutrizionale.    

Beneficiari diretti/indiretti

2.000 bambini beneficeranno degli screening nutrizionali
20 Agenti di Salute Comunitari training di aggiornamento
5.000 persone coinvolte in giornate nazionali e internazionali
2.500 bambini delle 6 scuole primarie coinvolte nel progetto
7.000 persone coinvolte nelle campagne di sensibilizzazione

Budget 2017

38.952,00 euro

Località d'intervento

Regione: Contea di Samburu Circoscrizione: Wamba West, Lodokejek e Bawa
KENYA

Area d'intervento

Sicurezza alimentare e nutrizionale, welfare e servizi sanitari  

Durata

12 mesi a partire da dicembre 2016

Obiettivi

Obiettivo generale

Contribuire a raggiungere la Sicurezza Alimentare e Nutrizionale delle comunità pastorali nelle zone Aride e semi Aride del Kenya settentrionale, in linea con SDG n. 2 (Azzerare la fame, realizzare la sicurezza alimentare, migliorare la nutrizione e promuovere l'agricoltura sostenibile)

Obiettivo specifico

Rafforzare lo status nutrizionale dei bambini residenti presso le comunità pastorali della Contea di Samburu (nelle aree di Wamba West, Lodokejek e Baawa)

Azioni previste


Applicazione del Protocollo Nazionale sulla Nutrizione

AZIONE 1

L'attività ha lo scopo di rendere effettiva l'applicazione delle linee guida nazionali sulla nutrizione (National Nutrition Action Plan 2012–2017) semplificando e rendendo operativi i principali protocolli d'intervento a livello locale. Questa attività è realizzata con gli uffici governativi (Direzioni e Uffici locali del Ministero della Salute ) responsabili dell'implementazione delle linee guida nazionali.

BUDGET 2017:  tbd

Training per gli Agenti di Salute Comunitari 

AZIONE 2

I training verteranno sulla differenziazione clinica dei vari tipi di malnutrizione, sulla fisiopatologia della malnutrizione, sulla corretta gestione della presa in carico comunitaria della malnutrizione e la gestione integrata dei casi di malnutrizione individuati.

Particolare attenzione verrà posta sull'utilizzo delle cartelle cliniche e simili per la registrazione dei pazienti e sul Behaviour Change Communication- BCC, volto a promuovere migliori pratiche alimentari e nutrizionali attraverso la disseminazione di messaggi chiave capaci di innescare cambi di attitudine e comportamento tra i beneficiari.

BUDGET 2017:  tbd

Campi medici per lo screening della malnutrizione

AZIONE 3

In ciascun villaggio saranno organizzate dagli Agenti Comunitari, coordinati dal Consulente Locale di progetto per la Nutrizione, delle giornate in cui verranno realizzate le pesate, il rilevamento del perimetro brachiale con conseguente identificazione dei casi di malnutrizione, il rilevamento dei dati dei soggetti malati ed il riferimento ai centri di competenza secondo il tipo di malnutrizione registrata, il controllo delle curve di crescita degli outpatients, sessioni di formazione per le donne e la popolazione dei villaggi su temi legati alla nutrizione (promozione allattamento esclusivo al seno fino a 6 mesi, promozione allattamento integrato dai 6 mesi ai 2 anni del bambino, norme igieniche di base, alimenti e componenti alimentari).

BUDGET 2017:  tbd

Best practice

AZIONE 4

L'attività si concentra sull'introduzione di Buone Pratiche volte a rafforzare il riferimento dei casi e la presa in carico degli stessi a più livelli. In particolare, l'attività si focalizza sull'incentivo all'utilizzo delle cartelle cliniche previste a livello ministeriale per la registrazione dei pazienti al fine di migliorare il coordinamento con i centri sanitari per i soggetti che verranno ricoverati (inpatient) e per migliorare il follow up dei pazienti dimessi o dei pazienti non ricoverati ma in cura ambulatoriale (outpatient).

Al termine di tale processo, e in un'ottica di valorizzazione del dialogo tra agenti comunitari ed operatori dei centri di salute, viene redatto un decalogo di Best Practices da condividere con tutti gli Stakeholders.

BUDGET 2017:  tbd

Spirulina e Moringa nelle Fattorie Modello


AZIONE 5

All'interno delle Fattorie Modello viene introdotto come elemento innovativo la coltivazione di Moringa e di Spirulina, alimenti ad alto contenuto proteico e nutritivo.
L'introduzione di tali alimenti ha il compito da un lato di stimolare l'arricchimento della dieta locale attraverso l'utilizzo di altri cibi disponibili e reperibili sul territorio, dall'altro di offrire gli strumenti per nuove attività generatrici di reddito alle madri che se ne occuperanno.
Dopo la prima fase di impianto di Moringa e Spirulina, viene allestito un piccolo laboratorio per la lavorazione di questi iper-alimenti da dare in gestione ad un ristretto gruppo di madri, sotto il controllo dello staff manageriale delle scuole.
Le madri saranno formate sia sulle specifiche caratteristiche per la coltivazione delle piante e sul loro importante valore nutrizionale, sia per la lavorazione e l'ottenimento delle polveri  derivanti dalle piante. Le madri così formate avranno il compito - secondo la metodologia dell'approccio orizzontale- di formare a loro volta altre donne della comunità sull'importanza di arricchire la dieta con tali alimenti oltre che sulla coltivazione/lavorazione di tali piante. 
Anche i bambini delle scuole e il personale scolastico saranno sensibilizzati e formati sull'utilizzo e la produzione di questi due alimenti.

 

BUDGET 2017:  tbd

 

Contesto

Il progetto verrà implementato nelle zone Aride e Semi Aride (ASAL) nella contea di Samburu, un territorio di 46.722 Km² abitato da comunità pastorali e agro pastorali Samburu, Turkana, Borana e Somale, considerato prioritario dai piani governativi di sviluppo e dalle principali organizzazioni internazionali (EC, ECHO, WFP).
L'area di progetto è caratterizzata da una cronica insicurezza alimentare/nutrizionale e da un deficit idrico aggravati dal cambio climatico e dai suoi effetti sugli assets e sulle attività (piccola agricoltura e allevamento) che sono alla base del sostentamento delle popolazioni locali. 
I mezzi e le capacità di pastori e agro-pastori sono insufficienti ad affrontare in modo efficace gli shock ambientali, l'aumento dei prezzi del bestiame e delle derrate alimentari di prima necessità conseguente alle siccità (resilienza). A peggiorare la vulnerabilità della popolazione l'aumento degli scontri interetnici o tra clan per lo sfruttamento delle risorse.
Il Progetto intende quindi contribuire a rafforzare la sicurezza alimentare e nutrizionale di 6 comunità pastorali agendo sui seguenti fattori:

- Mancanza di un sistema a base comunitaria per prevenire, gestire e curare i casi di malnutrizione infantile.

- Pratiche agro-pastorali obsolete, poco diversificate e poco produttive.

- Assenza di formazione professionale per gli operatori di salute.

- Bassa produzione agricola e carenza di infrastrutture e competenze in grado di favorire la commercializzazione dei prodotti.

- Approvvigionamento di acqua inadeguato per usi domestici, pastorali e agricoli

- Assenza di coltivazioni ad alto contenuto nutritivo.

L'area target è infatti tuttora caratterizzata come "Food deficit zone" (Samburu/Isiolo County 2013 Long Rains Food security assessment report), soffrendo di grave scarsità di acqua (precipitazioni 150mm a 550mm all'anno/zone aride e tra 550mm e 850mm all'anno/zone semi aride, Samburu/Isiolo County Rain Assessments 2013/2014). L'area dove si inserisce il progetto ospita il 73,5% di popolazione che vive al di sotto della soglia di povertà (Kenya Integrated Household Budget Survey 2009).

Il questo quadro generale, il Rapid Community Assessment svolto nel giugno 2016 con i partner di progetto, le comunità locali e i funzionari dei governi della contea ha confermato come ostacoli principali i seguenti fattori: (i) bassa produzione agricola, (ii) scarsità di acqua per uso domestico e produttivo, (iii) degrado ambientale, (iv) coabitazione tra umani e fauna selvatica, (v) conflitti interetnici o tra clan per lo sfruttamento delle risorse, e (vi) carenza di infrastrutture.

Il progetto è in linea con il piano di sviluppo locale di Contea (Samburu County Integrated Development Plan 2013-2017), e con le linee guida e le policies keniane in tema di nutrizione e sicurezza alimentare (National Nutrition Action Plan 2012–2017; Kenya Health Policy 2014 – 2030; Samburu County Nutrition Action Plan 2013–2017; National Food and Nutrition Security Policy) .

Il progetto risponde inoltre alle linee guida del governo keniota in tema di gestione dei disastri naturali (Drought Risk Management and Ending Drought Emergency Plan 2013-2017) e dei piani della National Drought Management Authority (NDMA), istituzione incaricata di attuare nelle contee le sopracitate linee guida.

Situazione nutrizionale dei bambini

La malnutrizione in Kenya rimane uno dei maggiori problemi nazionali con una percentuale di incidenza della malnutrizione del 35%. A livello nazionale si stima che il 26% dei bambini siano malnutriti e di questi l'8% soffra di malnutrizione acuta. Il tasso di malnutrizione è più alto nei bambini di età compresa tra i 18-23 mesi (36%) e tra i 24-35 mesi (34%), risultati simili si sono riscontrati per i malnutriti severi di cui il 12% ha un'età compresa tra 18-23 mesi.

Il livello di malnutrizione è più alto è più elevato in quei bambini nati già sottopeso (43%). L'incidenza della malnutrizione è più elevata nei contesti rurali (29%) rispetto al contesto urbano (20%)

La recentissima Samburu County Integrated SMART Survey realizzata dal Ministero della Salute e altri partner esperti di Nutrizione nel mese di giugno 2016 ha rilevato una situazione nutrizionale critica, con un livello di Global Acute Malnutrition (Malnutrizione Acuta - GAM) di 14.5% e di Chronic Malnutrition (Malnutrizione Cronica) di 34.9%.

Il Kenya si è dotato del Food and Nutrition Security Policy (FNSP) all'interno del quale è stata declinata la Food and Nutrition Security Strategy (FNSS) nel quale vengono esposte le strategie e le priorità nazionali in ambito nutrizionale. Il Kenya ha fatto numerosi sforzi per realizzare gli obiettivi del Millennio tramite l'implementazione di High impact Nutrition interventions (HiNi). Tutti questi documenti strategici nazionali hanno al centro la malnutrizione infantile ed auspicano l'avvio di progetti che abbiano un focus su allattamento(esclusivo e complementare), somministrazione della vitamina A, sicurezza alimentare, presa in carico della malnutrizione moderata ed acuta.

Responsabile 

FADV e Caritas Maralal
Responsabile coordinamento: NutriAid

Personale 

1 coordinatore in loco, 1 desk Italia, 2 medici formatori, 1 amministratore, 2 ricercatori, 1 esperto agrario, 1 responsabile progetto Farm School

Finanziatori

Regione Lombardia, FNOMCeO, fondi privati

Partner 

FADV, Caritas Maralal, Ministry of Education, Science and Technology – MoE –Kenya, Ministry of Health – MoH –Samburu County, New Line Srl

 

Questo sito fa uso dei Cookie per il funzionamento della piattaforma e per le statistiche. Segui il link se desideri maggiori dettagli.

Prosegui se sei d'accordo