buttonattivatiinformati

News dall'Italia

10429004-k6cE-U11002690257957KoG-1024x576LaStampa rHo incontrato Maurizio Baradello per strada. 
Non lo vedevo da quando aveva lasciato i suoi incarichi cittadini per dedicarsi alla Nazione.
Immersa in mille pensieri ho sollevato lo sguardo attratta da una suono familiare.

Maurizio mi ha salutata con quel suo contagioso sorriso che d'istinto mette di buonumore. Una sensazione di profonda accoglienza. Un abbraccio veloce e poi come una raffica di mitragliatrice nella pancia la notizia della sua malattia. 

Sorrideva. Sereno. 

Come se un evento qualsiasi stesse attraversando la sua vita. Lo stesso che ora l'ha chiesta in cambio. 

Per chi non lo conosceva Maurizio è stato dirigente del Comune di Torino come Responsabile delle Relazioni internazionali, cooperazione e pace.

Per noi è stato soprattutto un amico. Con lui abbiamo realizzato progetti di sviluppo in Africa, programmato attività, innescato processi virtuosi ma sopra ogni cosa abbiamo lottato e creduto.

E gettato uno spiraglio di luce per rendere il mondo migliore.

Grazie Maurizio! 

"E' l'uomo che fa la differenza"

 

Questo sito fa uso dei Cookie per il funzionamento della piattaforma e per le statistiche. Segui il link se desideri maggiori dettagli.

Prosegui se sei d'accordo